FONDO EUROPEO DI STABILIZZAZIONE FINANZIARIA (FESF)

Fondo istituito a Lussemburgo il 7 giugno 2010 da parte degli Stati membri della zona euro quale meccanismo di salvataggio temporaneo a seguito delle decisioni prese il 9 maggio 2010, nel quadro del Consiglio ECOFIN. Il mandato del FESF è quello di salvaguardare la stabilità finanziaria in Europa, fornendo assistenza finanziaria agli Stati membri dell'area dell'EURO nell'ambito di un programma macro-economico di aggiustamento. Per compiere tale missione, il FESF emette obbligazioni, garantite dagli Stati membri della zona EURO, in proporzione della loro partecipazione al capitale della Banca centrale europea o emette altri strumenti di debito sul mercato dei capitali. I proventi poi vengono prestati agli stati sulla base del programma. Inoltre il Fondo può intervenire nei mercati obbligazionari primari e secondari, sulla base di un programma di precauzione e può finanziare ricapitalizzazioni di istituzioni finanziarie di stati che non aderiscono al programma tramite prestiti ai governi. A partire dall'8 ottobre 2010, data di creazione del Meccanismo europeo di stabilizzazione (MES), quale meccanismo di salvataggio permanente, il Fondo continuerà ad operare per i programmi correnti relativi alla Grecia, al Portogallo e all'Irlanda, mentre l'assistenza finanziaria per la ricapitalizzazione del settore bancario spagnolo sarà trasferita dal FESF al MES. 

 

Link: www.efsf.europa.eu