FRUTTI

Beni che provengono da altri beni. Sono detti naturali se derivano direttamente dalla cosa madre: p.e., i prodotti agricoli, la legna, i parti degli animali. In questo caso, finché non avviene la separazione dal bene che li produce, i frutti non hanno esistenza autonoma e si dicono pendenti; tuttavia, sono considerati come beni mobili futuri e possono, quindi, formare oggetto di rapporti obbligatori, mentre l’acquisto dei diritti reali su di essi può avvenire solo con la separazione. Frutti civili, invece, sono i beni che provengono indirettamente da un altro bene, come corrispettivo del godimento che ne venga concesso ad altri. Tali sono, p.e., gli interessi dei capitali ed il corrispettivo delle locazioni. I frutti civili si acquistano di giorno in giorno, in ragione della durata del diritto.