FRAZIONAMENTO DEI MUTUI

Ripartizione dell’originario importo del mutuo in più quote in modo che chi subentra nelle stesse risponde nei rispettivi limiti di valore. Al frazionamento del mutuo corrisponde, generalmente, quando esso sia assistito da garanzia ipotecaria, il frazionamento dell’ipoteca. Questo consiste nella divisione del vincolo ipotecario gravante su una o più unità immobiliari, in virtù della quale ciascuna parte dell’immobile o degli immobili non risponde che per quella quota soltanto del credito, proporzionalmente attribuitagli in seguito alla corrispondente operazione di ripartizione della somma mutuata. Il frazionamento del mutuo e della relativa ipoteca rientrano peraltro nel normale sistema delle operazioni di credito fondiario ed edilizio: gli istituti sovventori, infatti, procedono alla ripartizione, tra i singoli acquirenti delle varie porzioni di un fabbricato, del mutuo convenuto per un importo globale con iscrizione dell’ipoteca sull’intero fabbricato. In tal modo la funzione del credito fondiario ed edilizio può efficacemente raggiungere lo scopo di agevolare l’iniziativa degli imprenditori edili mettendo questi in condizioni di collocare più facilmente presso i singoli acquirenti le varie porzioni dell’edificio, a prezzi dal cui importo viene detratto l’ammontare della corrispondente parte del mutuo ottenuto (v. accollo).