FOREX CLUB ITALIANO

Associazione tra cambisti operanti in Italia, costituita nel 1957 tra i dealers in cambi, ridenominata Aci Forex Italia e infine fusasi con l’Associazione Tesorieri Istituzioni Creditizie (ATIC) per costituire l’Atic Forex-The Financial Markets Association of Italy (v. Atic Forex). Il Forex Club Italiano era stato costituito per favorire i contatti culturali e sociali tra i dealers in cambi, studiare e trattare problemi inerenti alla tecnica ed all’economia delle contrattazioni in cambi; favorire l’adozione di regole, norme ed usi uniformi; collaborare con le borse valori ed altri enti per incrementare e perfezionare questo particolare ramo dell’attività bancaria; promuovere ed attuare iniziative tendenti alla preparazione ed al perfezionamento tecnico dei cambisti. La missione è la stessa dell’Association Cambiste International Forex Club (costituita nel 1955 a Parigi; oggi ACI-The Financial Markets Association) alla quale è affiliata e della quale osserva i principi. Aveva sede in Milano (come tuttora l’Atic Forex). È stata la prima associazione di carattere tecnico che, col consenso delle aziende, ha raggruppato una categoria di dipendenti bancari specializzati; le sue assemblee annuali assumevano (come oggi quelle dell’Atic Forex) rilievo anche per la consuetudine del Governatore della Banca d’Italia di intervenirvi con importanti dichiarazioni.