FONDS DE COOPÉRATION ET DE DÉVELOPPEMENT DE LA CEDEAO

Abbr.: ECOWAS Fund (ingl. Fund for Cooperation, Compensation and Development). Organizzazione finanziaria multilaterale istituita in base agli artt. 50, 51, 52 del trattato della CEDEAO 28.5.1975. I Paesi membri della CEDEAO (rimasti in quindici dopo l’uscita delle Mauritania nel dicembre 2000) sono anche membri del Fondo che ha sede a Lomé (Togo) e ha avuto una dotazione in capitale di 500 milioni di dollari USA, di cui 100 milioni versati. È retto da un Board of Directors composto da 15 ministri, uno per Paese membro. Il Board è responsabile della politica del fondo e ne approva gli investimenti. Il Presidente del Board è uno dei 15 ministri a rotazione. Missione del Fondo è di assistere gli Stati membri a fronte delle perdite che risultano dal processo di liberalizzazione degli scambi, fornire garanzie per gli investimenti esteri finanziarie progetti pubblici e privati negli Stati membri, promuovere lo sviluppo economico negli Stati meno sviluppati. Nella riunione del 10.12.1999 di Lomé i Capi di Stato della CEDEAO hanno deliberato la trasformazione del Fondo in una holding denominata Banque d’investissement et de développement de la CEDEAO-BIDC (ingl. ECOWAS Bank for Investment and Development-EBID) con due partecipazioni operative: Banque Régionale d’Investissement-BRIC (ingl. ECOWAS Regional Investment Bank.-ERIB) per il finanziamento di iniziative del settore privato e Fonds régional de développement-FRDC (ingl. ECOWAS Regional Development Fund-ERDF) per il finanziamento di iniziative nel settore pubblico. È stata anche deciso di aprire il capitale della holding alla partecipazione di soci non regionali. La Conferenza della CEDEAO di Dakar del 23.12.2001 ha raccomandato agli Stati membri di ratificare l’accordo per la costituzione della BIDC entro il 30.06.2002.