FONDO DI ROTAZIONE

Entità patrimoniale istituita con provvedimento legislativo per il finanziamento di particolari iniziative economiche a tasso agevolato. Il fondo è creato mediante conferimenti di uno o più enti; di solito si tratta di stanziamenti che vanno a gravare sul bilancio dello Stato. Le sue disponibilità sono utilizzate per erogare mutui alle imprese e si reintegrano con le quote di rimborso, per capitale ed interessi, dei mutui concessi, in modo da consentire il finanziamento di nuove iniziative sfruttando la rotazione dei capitali. Il patrimonio del fondo consente, in generale, di anticipare capitali ad istituti di credito che li mutuano alle imprese per gli scopi voluti dalla legge istitutiva. La concessione delle anticipazioni oltre che le condizioni relative all’erogazione dei mutui sono regolate da apposite convenzioni tra fondo ed istituti di credito. Fondi di rotazione sono stati istituiti con proventi statali direttamente presso alcuni ex istituti di credito speciale e si era anche consentito che le disponibilità fossero destinate ad acquisire partecipazioni al capitale di imprese industriali (p.e. partecipazione al capitale di società di ricerca), anziché all’erogazione di mutui.