FINANZIAMENTO SU RIMESSA DOCUMENTARIA

Operazioni di finanziamento all’esportatore o all’importatore connesse a operazioni con l’estero con regolamento nella forma della rimessa documentaria (clausole documenti contro accettazione; documenti contro pagamento). L’esportatore può ottenere anticipi sui documenti che ha consegnato alla banca per il loro inoltro all’importatore dietro pagamento o accettazione di tratta a scadenza. Normalmente gli anticipi sono parziali e vengono estinti al momento dell’incasso. Se i documenti sono rappresentativi delle merci, essi rappresentano per la banca una garanzia reale valida fino al momento del loro rilascio all’importatore, che non coincide con quello del pagamento qualora la clausola sia documenti contro accettazione: in questo caso la garanzia si trasforma da reale in personale (tratta accettata). Se i documenti non sono rappresentativi delle merci, il finanziamento è, fin dall’inizio, non garantito. Nel caso della formula documenti contro accettazione è possibile anche ottenere un finanziamento nella forma dello sconto della tratta accettata o non accettata, documentata o non documentata. L’importatore può ottenere un finanziamento, quando al ricevimento dei documenti la banca effettui il pagamento di quanto dovuto. Molto spesso l’operazione è non garantita, in quanto la banca consegnerà all’importatore i documenti affinché possa provvedere al ritiro della merce e utilizzarla nella sua attività produttiva. Qualora ciò non accada, ma la merce venga costituita in pegno, si è di fronte a un’operazione di anticipazione su merci in deposito, assistita da garanzie reali.