FEDE DI INVESTIMENTO

Titolo di credito al portatore emesso da enti di gestione fiduciaria a ciò autorizzati dal Ministero dell’Industria e disciplinati dal d.p.r. 13.1.1959 n. 449, prima che il d.l. 16.2.1987 n. 27 (conv. con modif. nella l. 13.4.1987 n. 39) li ponesse in liquidazione o li obbligasse a dedicarsi ad altra attività modificando l’oggetto sociale. Più che ai titoli di partecipazione era assimilabile a un’obbligazione (generalmente con valore nominale pari a mille lire e scadenza variabile fra i tre e i quindici anni) in quanto attribuiva il diritto a un interesse periodico (in genere semestrale) fisso o indicizzato e, una volta sottoscritto da un risparmiatore, dava la possibilità all’emittente di finanziare investimenti di natura mobiliare o immobiliare.