FARE DENARO

Offerta di un prezzo per l’acquisto di un dato quantitativo di un titolo, a valori via via crescenti fino a toccare il limite massimo eventualmente stabilito dal cliente. Il prezzo offerto è detto “corso denaro”. Si dice che un titolo “fa denaro” quando la domanda supera l’offerta e il prezzo, quindi, tende al rialzo. L’affare giunge a buon fine quando il “denaro” trova la corrispondente “lettera”, quando cioè il prezzo di domanda proposto dal compratore incontra l’offerta del venditore. Il prezzo fatto indica il momentaneo equilibrio raggiunto dal mercato. “Mercato in denaro” indica un mercato nel quale prevale la domanda e che, perciò, risulta in tendenza rialzista. Talora un titolo può fare contemporaneamente “denaro e lettera”, nel senso che per esso viene dato sia il prezzo di acquisto che quello di vendita.